Salute e Benessere

locandina_2_GOS_gabel_60x28

locandina_1_GOS_gabel_60x28

La sindrome metabolica – Cos’è:

“Con la definizione di “ Sindrome metabolica” , intendiamo una situazione clinica ad alto rischio di patologia cardiovascolare (la prima causa di morte in Italia), definibile multifattoriale, che comprende una serie di sintomi e segni clinici che possono manifestarsi in modo molto variabile nell’individuo. Questi sintomi sono legati in genere allo stile di vita della persona ( vita sedentaria, abusi alimentari, peso eccessivo, abuso di alcol e fumo) oppure legate a patologie pre-esistenti come l’ipercolesterolemia e l’obesità. Colpisce una percentuale molto elevata della popolazione mondiale, generalmente in età adulta. Numerosi studi hanno dimostrato che gli individui colpiti da sindrome metabolica, che non cambiano il loro stile di vita, hanno un elevato tasso di mortalità legato a problematiche cardiovascolari (es. infarto), oltre alla probabilità di soffrire di malattie importanti quali il diabete.”

La tabella che segue è stata ricavata dall’analisi di un gruppo di adulti 52-65 anni affetti da sindrome metabolica, sottoposti a programma seguito per 1 anno sulle modifiche ricavate ogni 4 mesi dei parametri della sindrome.

Sindrome_Metabolica_Grafico

——————————-

Fonte: Il Corriere della Sera “Sette” – 24 Agosto 2012

la_salute_un_passo_dopo_l_altro

 

Il Notiziario

Dell’Ordine dei medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Rimini

ANNO XV, Numero 1, Gennaio/Marzo 2012

“Una passeggiata di salute”

Sempre più spesso, la letteratura scientifica evidenzia i numerosi benefici che derivano da uno stile di vita attivo. Diverse prove confermerebbero come l’attività fisica rappresenti un fattore in grado sia di migliorare la qualità della vita, che di prevenire molte patologie croniche. Per fare un esempio, è stata riscontrata una notevole riduzione della mortalità derivante da patologie cardiovascolari, legate ad obesità, diabete e osteoporosi. L’attività fisica diminuisce il rischio di sviluppare talune neoplasie, come il cancro del colon e della mammella, e mostra di avere effetti positivi anche sulla depressione.

I livelli di attività fisica raccomandati variano a seconda di alcuni parametri, quali l’età e lo stato di salute. Per un adulto, l’OMS raccomanda di praticare almeno trenta minuti di attività fisica moderata al giorno, per cinque volte alla settimana. Detto altrimenti, bisognerebbe percorrere quotidianamente almeno cinquemila passi, ossia circa tre chilometri.

Dal marzo 2008, esiste a Rimini “La Pedivella”, Associazione Sportiva Dilettantistica. Questa organizzazione propone, fra i vari progetti, un’iniziativa denominata “Camminate!!! Per Piacere”, finalizzata a diffondere la cultura del camminare.

Tutti i martedì e venerdì, alle nove di sera, un gruppo di persone s’incontra per camminare lungo un percorso urbano prestabilito, ciclabile o pedonale. Il punto di ritrovo e l’itinerario, ivi incluso il relativo grado di difficoltà, sono sempre rintracciabili sul sito internet www.lapedivella.com.

Si formano interminabili processioni, composte da decine di persone, sempre allegre, che transitano lungo le vie della città, lungo la ciclabile del Marecchia, nei parchi, a Marina Centro, attraverso paesaggi unici e suggestivi specialmente nelle ore notturne.

Camminare è in primo luogo una forma ideale di esercizio fisico, semplice, accessibile a tutti e soprattutto economica, in altre parole assolutamente democratica. In breve, camminare fa bene al portafoglio del singolo e al bilancio del Sistema Sanitario Nazionale.

L’OMS definisce la salute come completo stato di benessere fisico, psicologico e sociale. Ai medici è quindi affidato il compito non solo di curare, ma anche di prevenire, informare, sensibilizzare, nonché di promuovere comportamenti sani ed orientati al benessere. Far conoscere questa esperienza con ottimistico counseling è un’opportunità che ci viene fornita da un gruppo di volontariato, alle cui iniziative hanno partecipato, negli anni passati, numerosi colleghi ed amici.

In aggiunta a tutto quanto precede, “La Pedivella” organizza anche camminate con “i bastoncini” (i.e. il Nordic Walking). Lo slogan è “Camminare fa bene, camminare bene fa meglio”. Ci si ritrova attorno al Porto di Rimini, Piazzale Boscovich, il giovedì sera e la domenica mattina. Il Nordic Walking, in costante diffusione in tutto il mondo, è un nuovo modo di praticare lo sport e il movimento. Viene considerato dagli esperti una delle attività sportive più complete in assoluto. È inoltre indicata anche per soggetti in sovrappeso o con problemi fisici alla schiena, poiché costituisce un tipo di allenamento c.d. non-impact. Ideale quindi per persone non sportive o poco allenate. Da ultimo, l’utilizzo di specifici bastoncini abbassa in maniera notevole la percezione della fa tica, circostanza che consente di poter effettuare un’attività più intensa e prolungata.

 Sulla scorta dell’esperienza appena descritta, si potrebbe proporre al Comune e all’Ausl di Rimini di organizzare gruppi di cammino. Un eventuale progetto in questo senso andrebbe a diffondere, a tutti i livelli, una sana abitudine, consoliderebbe un legame più profondo verso la propria città e valorizzerebbe numerose opportunità di socializzazione, rendendole di fatto fruibili.

Simpatica provocazione sarebbe quella di suggerire al nostro Direttore Generale “un corso di aggiornamento obbligatorio”, un sabato mattina, per tutti i medici, in tuta, con o senza bastoncini, per dare l’esempio e promuovere la filosofia del camminare, ottima cura per persone sempre più “ammalate” di pigrizia. A volte, piccole cose possono produrre grandi risultati.. Tentar non nuoce!

Melchisede Bartolomei

nordicatori pedivella

 

 

sindrome metabolica